Forum  

Link a forum liberi alternativi:

 

 

segnalateci eventuali problemi riscontrati

 

 

 

Psicodissea è uno spazio a favore di una libera comunicazione e raccolta di informazioni, condivisione di esperienze e percorsi senza filtri o censure di parte. E' un movimento indipendente per la difesa dei diritti alla salute psicofisica e all'informazione. NON ha legami con ditte farmaceutiche, medici o enti di ricerca e governativi collegati, gruppi religiosi o politici.


 

vai al sito

 

A causa delle continue pressioni e per carenza di tempo abbiamo dovuto censurare e chiudere i nostri forum.

Segnalateci dei forum alternativi. il requisito è che siano liberi.

Saranno segnalati in questa pagina

Contattaci
- - - - - - - - -  

APPELLO AI GIORNALISTI
Ci chiediamo se anche i giornalisti sono sottoposti a pressioni e minacce. Questo sarebbe significativo per capire il perchè i giornali, la tv ecc. di certi_temi e certi_personaggi non parlano.

La gente ha diritto di saperlo. Fateglielo sapere.


25 aprile

Festa della liberazione

Festa della libertà

Libertà di parola

Libertà di pensiero

Libertà per tutti,
per gli uomini e le donne,

per i ricchi e per i poveri.

perchè la libertà non deve essere in vendità


Poesia
(forse di Max Ehrmann)

Desiderata

Passa tranquillamente tra il rumore e la fretta, e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio. Finché è possibile senza doverti sottomettere, sii in buoni rapporti con tutte le persone. Di' le tue verità con calma e chiarezza; e ascolta gli altri, anche i noiosi e gli ignoranti; anche loro hanno una storia da raccontare. Evita le persone volgari ed aggressive; esse opprimono lo spirito. Se ti paragoni agli altri, corri il rischio di far crescere in te orgoglio e acredine, perché sempre ci saranno persone più in basso o più in alto di te. Gioisci dei tuoi risultati così come dei tuoi progetti. Conserva l'interesse per il tuo lavoro, per quanto umile; è ciò che realmente possiedi per cambiare le sorti del tempo. Sii prudente nei tuoi affari, perché il mondo è pieno di tranelli. Ma ciò non acciechi la tua capacità di distinguere la virtù; molte persone lottano per grandi ideali, e dovunque la vita è piena di eroismo. Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti e neppure sii cinico riguardo all'amore; poiché a dispetto di tutte le aridità e disillusioni esso è perenne come l'erba. Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall'età, lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza. Coltiva la forza dello spirito per difenderti contro l'improvvisa sfortuna. Ma non tormentarti con l'immaginazione. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine. Al di là di una disciplina morale, sii tranquillo con te stesso. Tu sei figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle; tu hai diritto ad essere qui. E che ti sia chiaro o no, non vi è dubbio che l'universo ti si stia schiudendo come dovrebbe. Perciò sii in pace con Dio, comunque tu Lo concepisca, e qualunque siano le tue lotte e le tue aspirazioni, conserva la pace con la tua anima pur nella rumorosa confusione della vita. Con tutti i suoi inganni, i lavori ingrati e i sogni infranti, è ancora un mondo stupendo. Fai attenzione. Cerca di essere felice.


AUTOCENSURA!

Psicodissea non ha mai parteggiato per l'uno o per l'altro... , l'unica parte da cui siamo stati è quella delle persone.

Non è un problema tecnico, il sito e il forum sono chiusi e sono visibili solo alcune pagine.
Psicodissea nasce il 03.05.2001 dalla censura e si autocensura nell'aprile del 2005. Per correttezza testimoniamo che NON hanno indotto l' autocensura:
nè psichiatria, nè ditte farmaceutiche, nè psicologi.
In questi anni abbiamo parlato soprattutto di loro e molto ne hanno parlato gli utenti del sito nei forum: non abbiamo mai ricevuto una minaccia diretta, malgrando i contenuti fossero molto analitico-critici. Qualche presumibile e riscontrato intervento di disturbo anche molto pesante, ma oggi sembra niente in confronto alle minacce dirette.

Affrontati altri temi sono cominciate le minacce preventive verso gli utenti dei forum e il gestore del sito.

Precisiamo che in Italia le persone sono libere di esprimersi come sancito dall'art.21 della Costituzione Italiana e dal diritto di critica - soprattutto quando si tratta di questioni sociali di importanza notevole. A livello Europeo è stata riconosciuta l'importanza del libero scambio di opinioni attribuendo valore al diritto all'anonimato.

Precisiamo anche che malgrado questo, malgrado non possiamo rispondere degli interventi degli utenti nei forum_liberi, siamo stati sempre disponibili ad intervenire in caso di palesi scorrettezze o menzogne, ma dai minaccianti non abbiamo mai ricevuto specifiche segnalazioni. Questo, ci teniamo a precisarlo poichè lo abbiamo chiesto esplicitamente e con disponibilità.

Anche se mai avremmo pensato di dover arrivare all'autocensura era già da un po' in aria la sospensione del progetto Psicodissea. Ci vuole tempo per stare dietro a tutti, ci vorrebbero risorse, probabilmente un'associazione, una struttura, un ufficio legale (vista la situazione attuale) per veder garantita la libertà di opinionie e di parola con ogni mezzo di diffusione (art.21). Sinceramente non ne abbiamo tanta voglia e non ci crediamo neanche tanto.

Questo ci ha fatto molto riflettere e ci ha indotto a decidere che se dobbiamo chinare il capo allo strapotere economico e censurare le opinioni di persone libere, è meglio censurare tutto.
Si deve sapere.

Ci sembrava scorretto lasciare solo i testi e le opinioni sulla psichiatria, gli psicologi e le ditte farmaceutiche a cui diamo atto di non averci mai minacciato.

Certi di aver dato qualche buono spunto di riflessione nell'ambito della Psichiatria e dei relativi conflitti di interesse siamo molto spiacenti di non aver avuto tempo di fare abbastanza e altrettanto per l'Antipsichiatria.


Libertà dei media, cuore della democrazia
fonte

Consacrato nel 1950 dalla Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo, il diritto alla libertà d'espressione ha permesso ai mezzi di comunicazione del dopoguerra di emanciparsi progressivamente dalla tutela degli Stati. Oggi, la libertà d'informare e ricevere informazioni costituisce uno dei principi essenziali della democrazia.

L'insieme degli organi del Consiglio d'Europa ha contribuito a questa lenta conquista. Il Comitato dei Ministri, l'Assemblea parlamentare, oltre alla Corte europea dei Diritti dell'Uomo hanno largamente partecipato alla definizione di una visione più rispettosa dell'indipendenza dei media.
Nel febbraio 1981, il Consiglio d'Europa ha creato un "Comitato direttivo per i mezzi di comunicazione di massa" (CDMM). Collegato alla Direzione Generale dei Diritti dell'Uomo, esso orienta e coordina le politiche del Consiglio d'Europa in materia di media.

Attraverso la giurisprudenza dell'articolo 10 della Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo, la Corte europea dei Diritti dell'Uomo definisce i limiti della libertà di espressione. Essa ricorda che il diritto all'informazione prevale su qualunque interesse politico o economico ed è compito degli Stati difendere questa libertà fondamentale, pietra miliare delle nostre democrazie.

Questo spazio di libertà resta tuttavia alquanto fragile. Ogni anno, i rapporti delle diverse organizzazioni di difesa della libertà di stampa ricordano che le violazioni in materia sono ancora troppe. A tale riguardo, l'integrazione dei paesi ex-comunisti costituisce una vera sfida. Inoltre, l'impatto della globalizzazione sul paesaggio mediatico europeo è altrettanto influente sulla diversità e sul pluralismo dei media.


siti consigliati:

Internet protetto dalla Convenzione dei Diritti dell’Uomo - fonte
Il Consiglio d’Europa analizza da un decennio le sfide correlate all’uso delle nuove tecnologie, e tenta di far coesistere sulla rete libertà d’informazione e rispetto dei diritti dell’uomo.

“Internet è uno dei più solidi vettori di libertà” scrive Vinton G. Cerf, considerato il “padre” di Internet, nel rapporto 2003 di Reporter Senza Frontiere sugli ostacoli alla libertà di circolazione dell’informazione sul web.

A sua volta, il Consiglio d’Europa afferma che le tecnologie dell’informazione e della comunicazione rappresentano un’opportunità “senza precedenti”, perché la “libertà di espressione e d’informazione possa offrire il proprio contributo, a vantaggio dell’intera umanità”.

“La tecnologia digitale è un fattore determinante per l’esercizio di ogni diritto e libertà” sottolinea il Comitato dei Ministri nel suo messaggio politico al prossimo Summit mondiale sulla società dell’informazione, che si terrà alla fine del 2003 a Ginevra.

La dichiarazione relativa alla libertà di comunicazione su Internet del Comitato dei Ministri (maggio 2003), ricorda agli stati che i principi fondatori della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo in materia di libertà di espressione si applicano anche alla rete mondiale.

Assenza quindi di controlli e di restrizioni per l’accesso del pubblico all’informazione su Internet, sottolinea il Comitato dei Ministri, pur ammettendo l’uso di filtri nelle scuole o nelle biblioteche, per garantire la protezione dei minori. Neanche la fornitura di servizi deve essere soggetta a specifiche autorizzazioni.

Questa libertà deve contribuire a “garantire il diritto degli utenti ad accedere a contenuti pluralistici”. Deve essere limitata anche la responsabilità dei fornitori d’accesso rispetto ai contenuti divulgati.

 

Psicodissea
:: Movimento per la difesa dei diritti alla salute psicofisica e all'informazione ::
Salute e benessere psicofisico, depressione, ansia, panico, fobie.
E' un sito no-profit nato il 03/05/2001 non vuole essere un prodotto editoriale, ma una comunità virtuale
gli aggiornamenti sono casuali e non periodici
ultimo aggiornamento 04/2005

markettari, seguite bene il discorso che è complicato:
:-PPPPPPPP
punto a capo
:-PPPPP
punto e virgola
:-PPPPP

Capito???
è facile!!!!!!


"Il fiore nel deserto"
Jack folla tratto dalla trasmissione radio del 15.11.2001:

<<Ehilà, è vostro fratello Jack che vi parla, più vicino e più vivo di quanto crediate. Quante volte vi ho sforacchiato l'anima con la mia controinformazione? Certe volte mi domandavo: "ma sei sicuro, Jack? Sicuro che non angosci e basta? Sforzati anche di dare qualche si, perché a forza di no ci si ingolfa, si rischia di perdere quota e tutte queste ali senza paracadute, questa infinita pattuglia di albatros finirà che non troveranno mai la terra verso cui sono diretti, mari caldi dove poter riposare"
Vi rivelo una piccola cosa, vi rivelo che non cambierei nulla, né i toni, né le denunce, anzi se possibile alzerei il tiro, ma che l'obiettivo sarebbe anche un altro, definiamolo: far nascere un fiore nel deserto. Il mio obiettivo per quest'anno è anche questo, forse stupido, forse no. Il deserto rimane, il malessere aumenta, la rabbia non ne parliamo, ma io desidero questo, per chi lo sta cercando: un fiore. Lo so che i fiori sono esistenze fragili, lo so che prima o poi morirà, ma è la vita e chi se ne sbatte. Parlo per me, s'intende, ma io ne ho abbastanza della sabbia e del fango, io il fango non me lo tiro e non ve lo tiro.>>


Diritti
Costituzione Italiana
Art. 21:
"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."

Poesia
(C.Consoli)

Mulini A Vento
Perdonami
per questa voce, disfatta
dal fumo e dalla fatica e per questa
attitudine decadente.
Perdonami
per questo aspetto, dimesso
ed in triste abbandono. Il passare del tempo
concederà saggezza e buon senso.

La mia rivoluzione è pioggia
sul bagnato, un castello di sabbia
e non lascerà
né infamia, né lode…

Perdonami
se non traggo beneficio dal dubbio
e dai vili silenzi. Il passare del tempo
restituirà onore al vero.

La mia rivoluzione è pioggia
sul bagnato, un castello di sabbia
e non lascerà
né infamia, né lode…

La mia rivoluzione sembra già
lotta contro mulini a vento,
e non porterà
medaglie al valore…

La mia rivoluzione è pioggia
sul bagnato, un castello di sabbia
e non lascerà
né infamia, né lode…

La mia rivoluzione sembra già
lotta contro mulini a vento,
e non porterà
medaglie al valore…

 

vai su
   
Psicodissea è un sito libero indipendente no profit, (senza scopo di lucro), non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. E' una comunità virtuale, uno spazio a favore di una libera comunicazione, gli aggiornamenti sono casuali e non periodici. Tutti i contenuti, i testi, i suoni, i marchi citati e raffigurati, riprodotti per attività di studio e di ricerca, appartengono ai rispettivi proprietari. Gli autori che non gradiscono lo studio delle loro opere potranno richiederne la rimozione in qualsiasi momento.